Repubblica Italiana

Dai Territori 12 Oct 21

Comune di Lanusei

Pubblichiamo l’intervento di Davide Burchi, Sindaco di Lanusei, in Sardegna, dove sono stati attivati gli hotspot gratuiti e che si aggiunge ai Comuni che hanno aderito al Progetto WiFi Italia.

La connettività è un servizio fondamentale per Lanusei, per questo stiamo lavorando su due direttrici: ïl wi-fi gratuito e la fibra. Per quanto riguarda il Progetto Piazza Wifi Italia abbiamo visto che il sistema funziona, che è veloce e che molti cittadini ne stanno usufruendo e sono soddisfatti, per cui abbiamo fatto richiesta a Infratel Italia di avere altri 5 punti di accesso; saranno sedici così gli hotspot per il wifi gratuito. Si tratta di una opportunità per cittadini e turisti che potranno godere a pieno delle nostre bellezze. La città di Lanusei è lo storico centro amministrativo dell'Ogliastra; sede di Ospedale, Tribunale e altri servizi pubblici oltreché dell'omonima Diocesi. Il borgo antico è adagiato in collina come un anfiteatro che domina la vallata fino al mar Tirreno. Circondato da lussureggianti boschi di leccio e generose sorgenti che sgorgano dal granito, gode di un clima d'invidiabile freschezza e salubrità. La sua posizione baricentrica permette di fruire delle bellezze paesaggistiche delle montagne sarde ma anche di raggiungere in pochi chilometri uno dei tratti di costa più incontaminati del Mediterraneo.

Sopra il centro abitato si erge l'imponente lecceta ad alto fusto dell'altopiano granitico del Monte Seléni a circa 1.000 m slm ricco di testimonianze archeologiche e di aree attrezzate per la fruizione ambientale. A Lanusei è presente uno degli osservatori astronomici pubblici più importanti d'Italia, l'Osservatorio Astronomico F. Caliumi, posto sul monte Armidda a circa 1100 m s. l. m. La città fa parte dell'Associazione Nazionale delle Città delle Ciliegie in quanto è uno dei maggiori produttori del prelibato frutto rosso, mentre il piatto principe della cucina locale sono is Culurgionis che hanno ricevuto recentemente il riconoscimento comunitario di Indicazione Geografica Protetta (IGP)”.