Repubblica Italiana
  • Home /  
  • Dai Territori /  
  • Comune di Isola delle Femmine Current section: Comune di Isola delle Femmine

Dai Territori 03 Aug 21

Comune di Isola delle Femmine

Pubblichiamo l'intervento di Orazio Nevoloso, Sindaco di Isola delle Femmine, in Sicilia , dove sono stati attivati gli hotspot gratuiti e che si aggiunge ai Comuni che hanno aderito al Progetto WiFi Italia.

Isola delle Femmine, un paese che già col suo nome spinge ad immaginare la ricerca di un luogo perduto nel tempo, sospeso tra storia e leggenda. Il nome potrebbe derivare da un lungo processo di italianizzazione di Insula Fimi ovvero isola di Eufemio, dal nome del generale Eufemio di Messina, governatore bizantino della Sicilia. Ma potrebbe essere anche una derivazione dal nome latino Fimis e dall’arabo Fim, cioè imboccatura, ovvero lo stretto canale di mare che separa l'isola dalla costa.

La ricerca potrebbe però sconfinare nella leggenda e raccontare che l’isolotto fosse stato un tempo una prigione occupata solo ed esclusivamente da donne, tredici fanciulle turche. Oppure affidarsi alla testimonianza di Plinio il Giovane, che scrivendo a Traiano, tesse le lodi di un'isola residenza di fanciulle bellissime che si offrivano in premio al vincitore della battaglia. Ma tornando ai documenti storici potrebbe essere la al-gazirah (l’Isola) richiamata da Idrisi, geografo e viaggiatore arabo. Di sicuro è che stata una delle più antiche tonnare di tutta la Sicilia: Thunnariam etiam concedimus, quae est in insula quae dicitur Fimi prope portum Gallii (atto di concessione del 1176 di re Guglielmo II in favore di Teobaldo, primo abate del convento dei Benedettini di Monreale). L’appellativo più singolare senz’altro arriva da un anonimo estensore del 1600 che la definì, forse per timore di lesa pudicizia, l’Isola delle Donzelle.

Insomma, tanti aneddoti per un paese unico che si colloca fra Punta Raisi e Capo Gallo e rappresenta uno dei più bei tratti di costa dell’intera provincia di Palermo.

Isola delle Femmine è sinonimo di vacanza, relax, mare e buona cucina. Il paese vanta una grande tradizione marinara, il pesce è acquistabile direttamente dai pescatori e si può gustare anche nei tanti ristoranti che si trovano nel centro abitato. Grande rilevanza rivestono anche le pasticcerie, i bar, le pizzerie e i bistrot. Nella zona balneare, invece, abbondano i locali per la vita notturna: lounge bar e pub, e le strutture ricettive: hotel, b&b, camping e case vacanze.

Isola delle Femmine offre uno dei tramonti più belli di tutta la Sicilia, dove il sole si immerge nell’acque dell’Area marina protetta.

L’adesione a Piazza WiFi Italia, rete nazionale pubblica realizzata da Mise ed Infratel Italia, arricchisce la platea di servizi che Isola delle Femmine offre ai propri ospiti e ai propri cittadini. La possibilità di navigare gratuitamente, soprattutto per i turisti, consente di godere a pieno di tutte le specificità del nostro territorio e sfruttare meglio le infinite sue potenzialità.