Repubblica Italiana

Dai Territori 07 Dec 20

Comune di Acquaro

Pubblichiamo l'intervento di Giuseppe Barilaro, Sindaco di Acquaro, in Calabria, dove sono stati attivati gli hotspot gratuiti e che si aggiunge ai Comuni che hanno aderito al Progetto WiFi Italia.

“Acquaro fa risalire la sua origine ai Normanni, fino al 1678 fu di dominio dei Concubet, poi passò agli Acquaviva d'Aragona e successivamente ai Caracciolo di Gioiosa Ionica. Divenuto Comune nel 1811, fu aggregato a Dasà nel 1928 e l’anno dopo riconosciuto Comune Autonomo.

Antico Casale di Arena, ebbe notevole rilievo fino al terremoto del 1783, che lo rase al suolo quasi per intero. L’abitato, attraversato dal fiume Amello, si trova a 262 metri sul livello del mare, ai piedi del versante tirrenico delle Serre e si estende nella vallata dello stesso fiume ed è compreso tra il Mesima e il Montepotamo. 

La sua economia più consistente è data dall’olio di oliva oltre che dai cereali e l'uva da vino. Acquaro è una terra ricca di sorgenti d’ acqua oligo-minerale. 

Anche per valorizzare il nostro territorio abbiamo scelto di far parte della rete WiFI libera e gratuita, realizzata da Infratel Italia su impulso del Ministero dello Sviluppo economico"