Repubblica Italiana
  • Home /  
  • Dai Territori /  
  • Comune di Ascoli Piceno Current section: Comune di Ascoli Piceno

Dai Territori 19 Nov 20

Comune di Ascoli Piceno

Pubblichiamo l'intervento di Marco Fioravanti, sindaco di Ascoli Piceno, nelle Marche, dove sono stati attivati gli hotspot gratuiti e che si aggiunge ai Comuni che hanno aderito al Progetto WiFi Italia.

 “A nome di tutta la comunità di Ascoli Piceno, voglio ringraziare Infratel Italia per averci permesso di attivare nel nostro territorio l’importante progetto “Piazza WiFi Italia”.

 L’obiettivo della nostra Amministrazione è quello di proiettare la città delle Cento Torri verso una nuova frontiera di digitalizzazione: in un periodo storico come quello che stiamo vivendo, è fondamentale essere in grado di offrire servizi rapidi ed efficaci sempre più adeguati alle esigenze di cittadini e turisti.

Come Amministrazione avevamo già provveduto a stanziare risorse volte a implementare la capacità di connessione del territorio attraverso punti di rete WiFi libera e gratuita, grazie a “Piazza WiFi Italia” riusciremo a garantire un servizio ancora più ampio e completo. Per accogliere a braccia aperte quei turisti e visitatori che annualmente si recano nella nostra città.

La guida turistica “Lonely Planet”, la più conosciuta dai viaggiatori, ha inserito la Regione Marche al secondo posto assoluto nella classifica internazionale “Best in Travel 2020”: unica meta italiana nella Top10, dietro solo alla Via della Seta in Asia Centrale. Impossibile non fare tappa ad Ascoli Piceno, stupenda città a pochi passi da mare e montagna: qui ci si può immergere in storia e tradizioni, per scoprire lo straordinario patrimonio artistico, architettonico ed enogastronomico delle Cento Torri.

Un piccolo paradiso terrestre, dove arte, cultura e cibo si sposano con il fantastico ambiente naturale circostante. Dalla stupenda Piazza del Popolo, vero salotto cittadino, a Piazza Arringo e Piazza Ventidio Basso. Dal bianco travertino di palazzi e chiese storiche al Chiostro di San Francesco, il Forte Malatesta e i ponti che collegano i quartieri cittadini. Il perdersi per le rue del centro storico, lasciandosi trasportare e travolgere dai suoni della rievocazione della Quintana e dai sapori della nostra cucina, a partire dalle immancabili Olive all’Ascolana.”