Wi Fi, 8 milioni per lo sviluppo della rete in Italia

La priorità alle zone terremotate

Il Ministro dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali con funzioni di Vice Presidente del Consiglio dei Ministri Luigi Di Maio ha firmato un decreto ministeriale per favorire la diffusione della rete Wi Fi in Italia per il triennio 2019-2021, dando la priorità alle aree geografiche dei territori delle Regioni colpite dal terremoto del 2016.

A questo piano sono destinati 8 milioni di euro per lo sviluppo della fase 2 del progetto “wifi.italia.it”.

138 Comuni di Abruzzo, Marche, Umbria e Lazio avranno un’infrastruttura di 560 Hot Spot (4 per Comune) totali, una parte in esterno (piazze, giardini, luoghi di incontro) altri in ambienti interni (biblioteche, centri di incontro pubblici, musei ecc.).

Nel decreto è prevista la realizzazione di oltre 3600 Hot Spot per altri 1895 Comuni sotto i 1000 abitanti e circa 6000 Hot Spot per 1572 Comuni con numero di abitanti compreso fra i 1000 e 2000.

E’ previsto nel progetto un ulteriore evoluzione dell’app wifi.italia.it per consentire ai cittadini di poter fruire con maggiore facilità ai servizi offerti.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, ha affidato ad Infratel Italia S.p.A., tramite convenzione, la realizzazione delle attività d’installazione dei punti di accesso Wi-Fi, la fornitura dei servizi di manutenzione e il potenziamento delle infrastrutture fisiche e tecnologiche eventualmente esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *